Il Summit di

Architettura dell'informazione

Dal 2006, il più grande evento in Italia dedicato allo Human-Centered Design e alle buone pratiche di progettazione.

XVIII Summit di Architecta

Evoluzione intenzionale

Roma, 27 e 28 settembre 2024

La call for speaker è chiusa. Stiamo lavorando al programma.

Cos'è il Summit

Architecta organizza ogni anno per socie e soci il Summit Italiano di Architettura dell’Informazione.
L’evento nasce nel 2006 come conferenza sulla pratica dell’Architettura dell’Informazione in Italia. Negli anni si è trasformato, allargando il proprio pubblico e abbracciando
temi collaterali.

Oggi il Summit è un appuntamento di due giorni in cui trovano spazio tutte le discipline legate alla progettazione centrata sulle persone in contesti fisici, digitali e ibridi.

Cosa succede al Summit

Il programma prevede un alternarsi di conferenze, workshop, momenti informali di dialogo e networking.

Sono stati nostri ospiti architette e architetti dell’informazione di fama internazionale tra cui Peter Morville, Jesse James Garrett, Dan Klyn, Andrew Hinton, Abby Covert, Andrea Resmini, Luca Rosati. Figure di spicco per chi si occupa di UX e Service Design in Italia tra cui Debora Bottà, Raffaele Boiano, Roberta Tassi, Daniela Selloni.

Abbiamo avuto professioniste e professionisti della scrittura e della comunicazione tra cui Luisa Carrada, Annamaria Testa, Yvonne Bindi, Dino Amenduni, Luca Sofri. Esperti di linguaggi visuali come Riccardo Falcinelli e Housatonic. Fino a figure ibride come il filosofo Luciano Floridi.

A chi è rivolto

Il Summit è l’appuntamento della comunità di pratica di Architecta e, quindi, anche un’occasione di crescita professionale, di confronto, di arricchimento reciproco e di contaminazione. Il pubblico del Summit è variegato e composto da chi:

Dove e quando si svolge

Ogni anno il Summit cambia città, spaziando da nord a sud e scegliendo location ben collegate con i mezzi pubblici che si prestano a ospitare conferenze ed eventi.
Solitamente il Summit si svolge in autunno, tra settembre e ottobre.

Come è finanziato

L’evento si autosostiene con il contributo di socie e soci, che già da qualche mese prima del Summit possono acquistare il proprio biglietto, il cui costo varia a seconda delle tipologie di attività alle quali si sceglie di partecipare. 

Per permettere la partecipazione del maggior numero di persone possibile, il costo dei biglietti è contenuto. 

Il Summit, quindi, si sostiene grazie alla sua comunità, formata da persone che vogliono far accadere cose, e grazie alle aziende che credono in questo progetto.

Alcune delle aziende che hanno sostenuto il Summit

Stiamo lavorando al prossimo Summit: vuoi sostenerlo con il contributo della tua azienda?

Cosa è successo nella scorsa edizione

L’ultimo Summit si è svolto a Venezia, il 13 e 14 ottobre 2023. Il tema è stato “Dire, fare, progettare. Perché un atto linguistico è (un atto) generativo”. 

Tra il dire, il fare e il progettare prendono forma dinamiche, interazioni e soprattutto relazioni. Qualcosa che accade, prende forma e diventa un atto generativo tra e con le persone, dentro e fuori le organizzazioni.

In questo Summit abbiamo riflettuto su come il linguaggio influenza le nostre azioni e come le nostre azioni influenzano il linguaggio. Su come le scelte progettuali che facciamo nei diversi contesti e tra discipline differenti ci aiutano a trovare sinergie, soluzioni e opportunità, per generare valore, innovazione e trasformazione.

XVIII Summit di Architecta

Evoluzione intenzionale

Roma, 27 e 28 settembre 2024

La call for speaker è chiusa. Stiamo lavorando al programma.​